giovedì 13 dicembre 2012

Bodas de sangre / studio



Io ero una donna bruciata, piena di piaghe  dentro e fuori e tuo figlio era quel po' d'acqua da cui io speravo figli, terra, salute; ma l'altro era un fiume oscuro, pieno di rami, che portava a me il rumore dei suoi giunchi e il suo cantare fra i denti. E io correvo con tuo figlio, che era come un filino d'acqua, freddo, e l'altro mi mandava centinaia d'uccelli che mi ostacolavano il passo e depositavano brina sulle mie ferite di povera donna guasta, di ragazza accarezzata dal fuoco.

[Nozze di sangue - Federico García Lorca]


Prossima pubblicazione per Eli Readers.


2 commenti:

michela tobiolo ha detto...

Assurdo ...
Così vicine nel sentire che ho i brividi ...
E poi Testo Meraviglioso* !!!!

Daniela Tieni ha detto...

Vicine Michi, sì. :)